Depuratore sequestrato, il caso approderà in consiglio comunale

Il sequestro del depuratore Cosilam e le vicende giudicare ad esso legate approderanno in consiglio comunale. Franco Evangelista ha infatti presentato, questa mattina. una mozione è una interrogazione proprio su questo argomento.

L’interrogazione

«Il sottoscritto ha più volte in 18 mesi interrogato il Sindaco – ha detto Evangelista – per conoscere lo stato di fatto ed il corretto funzionamento dell’impianto di depurazione portanti all’attenzione del consiglio comunale le istanze dei comitati di zona. Il primo cittadino, però, mi ha sempre risposto che tutto era sotto controllo. Ho quindi ha chiesto al sindaco di sapere se ha avuto informazioni in tal senso anche dal cda di AeA e se il cda del Cosilam, voluto fortemente da questa amministrazione abbiano mai compreso la gravità della situazione, notiziando e il sindaco».

La mozione

Nella mozione presentata questa mattina, inoltre, il consigliere comunale Francesco Evangelista rincara la dose nelle premesse parlando di noncuranza da parte del consorzio su questa delicatissima tematica e del grave nocumento accorso alla cittadinanza. In sostanza ha poi richiesto di dare “mandato al Sindaco di chiedere le immediate dimissioni del presidente del Consiglio di Amministrazioni del Cosilam».

Rispondi