LEGGO – Quando c’è la salute, c’è Michele Mirabella

Siamo culturalmente abituati ad allontanare da noi la malattia, e quindi la medicina, separandole dalla vita, come se non ne facessero parte. Ma la scoperta della natura, del funzionamento e delle patologie del corpo umano, così come le lacune, gli errori e i progressi della scienza medica sono strettamente connessi a tutti gli altri campi della storia. Se alla vigilia di Waterloo Napoleone non avesse accusato un violento attacco di emorroidi che gli impedì di guidare le sue truppe in battaglia, è probabile che l’attuale situazione geopolitica dell’Europa sarebbe assai diversa. Oggi nella nostra rubrica LEGGO vi presentiamo l’ultima fatica letteraria, “Quando c’è salute” di Michele Mirabella con Sandro Settimj.

Senza alcuna pretesa di tipo storico o scientifico, questo libro, edito da Rai Libri, è nel suo insieme un compendio leggero di informazioni, miti, curiosità, modi di dire, dicerie, pettegolezzi e illazioni che circondano la storia della medicina, una sorta di dietro le quinte medico-sanitario di eventi, scoperte e personaggi antichi e moderni in cui il lettore potrà scoprire verità o supposte tali, col sorriso sulle labbra.

Slider

Chi è Michele Mirabella

Michele Mirabella è laureato in Lettere e Filosofia (cum laude) con uno studio di regia sul teatro di Pirandello e, ad honorem, in Farmacia. Regista, autore e attore di teatro, radio, cinema e televisione. Docente, saggista e giornalista.

Firma la regia di oltre cinquanta spettacoli e ha diretto allestimenti e recitato in teatri stabili e in numerose compagnie primarie in tutta Italia, in Europa e negli Stati Uniti. Conduce, ad oggi sempre su Rai 3 dal lunedì al venerdì, “Buongiorno Elisir” e il programma televisivo “Apprescindere” su Rai Tre. È coordinatore didattico del Master per la formazione degli autori della RAI.

Sandro Settimj

Sandro Settimj è giornalista, traduttore e sceneggiatore. Nel 2014 ha esordito con il romanzo Per quanto mi riguarda sono sempre innamorato (Mondadori). Attualmente scrive per la trasmissione “Tutta salute” di Rai 3.

Leggo.

Rispondi