Evangelista al vetriolo: «Non pensavo che il mio addio potesse interessare a chi è stato candidato nel centrosinistra».

E se Imma Altrui ha giocato la carta del “va bene, lasciamoci, ma la lasciamoci bene», lasciando anche la porta aperta ad una riconciliazione, a velocità supersonica, il consigliere comunale Francesco Evangelista ha tolto subito ago e filo dalle mani della responsabile organizzativa della lega. (Leggi Altrui(Lega): Caro Franco è ora di pensare al futuro). Lo strappo, non s’ha da ricucire: questo è il riassunto, in poche parole, della risposta al vetriolo di Evangelista al responsabile organizzativo della Lega.

Chi è stato candidato nel centrosinistra

«Non pensavo – sentenzia – che il mio addio alla lega potesse portare chi è stato candidato con il centro-sinistra ad esprimere la sua opinione. Credevo fosse una questione legata al centrodestra e alla LEGA. Ma evidentemente mi sbagliavo. Voglio però precisare che la mia decisione. Oltre che ad essere ben ponderata, è frutto di una Riflessione politica che mi allontana sempre da un sistema governato da due persone. Le quali dopo aver distrutto il centro-destra a Cassino, adesso si apprestano a fare la stessa cosa con il partito della Lega».

Scelte calate dall’alto

«Le scelte calate dall’alto con la mancata condivisione con la base, – conclude Evangelistal’allontanamento di giovani senza battere ciglio, sono stati tutti i segnali che hanno fatto capire che il duo del mercimonio politico si era riciclato nel partito del quale, ribadisco, sono stato il più eletto all’interno dell’intera coalizione.
E non saranno certo le parole di una candidata del centrosinistra folgorata sulla via di Damasco a cambiare le regole del gioco che sono sempre le stesse. E contro le quali io mi batterò
»

Rispondi