Rigenerazione Urbana, il consiglio approva all’unanimità

Dei 21 punti all’ordine del giorno del Consiglio Comunale di ieri sera, quello relativo all’adozione della“Rigenerazione Urbana” era probabilmente il più atteso dai cittadini e dal mondo imprenditoriale. E’ passato con i voti favorevoli non solo della maggioranza ma anche con quelli degli altri consiglieri presenti al momento della votazione: Petrarcone, Fardelli, Evangelista, Bevilacqua, De Sanctis.

Si apre ora la fase della pubblicazione per le eventuali osservazioni (30 giorni, più altri trenta se verranno presentate osservazioni), quindi l’invio alla Regione che entro 60 giorni dovrà procedere all’esame ed alla approvazione definitiva.

E’ a questo punto che diventeranno esecutivi a tutti gli effetti i tre articoli adottati ieri sera: il primo, riferito agli ambiti territoriali di riqualificazione e al recupero edilizio; il secondo, alle disposizioni per il cambio di destinazioni d’uso degli edifici; il terzo, agli interventi per il miglioramento e all’efficientamento energetico degli edifici. A breve ci sarà quindi la possibilità, per gli imprenditori e per i cittadini interessati, di intervenire per la riqualificazione di immobili e di parti della città.

I ringraziamenti di Venturi

L’assessore all’Urbanistica, Emiliano Venturi, ci ha tenuto ed esprimere un plauso all’architetto Federico Pisani della cui elevata professionalità ci si è avvalsi per portare avanti una problematica non semplice. Un riconoscimento particolare al consigliere Riccardo Consales, per l’impegno che ha messo, unitamente agli altri componenti della commissione consiliareUrbanistica, e a tutti gli altri per la serenità con cui si è affrontata e discussa la non facile proposta. «Con la delibera del Consiglio comunale di ieri sera – ha detto Venturisi attualizza finalmente un orizzonte urbano e paesaggistico che, prendendo a riferimento l’impostazione data dall’urbanista Vezio De Lucia nel 2015 con il suo Documento preliminare di indirizzo, adegua alle nuove esigenze il piano regolatore del 1980. Quindi un convinto “no” al consumo del suolo e spazio a interventi per migliorare l’esistente della nostra realtà urbana riguardo alla riqualificazione, all’efficientamento energetico, al miglioramento sismico. Il consiglio comunale ieri sera ha dato l’ok definitivo. Lo ha fatto all’unanimità e questo è un grande successo, per tutti».

Una città di tutti

Il consigliere Emiliano Evangelista, ha detto: «Oggi abbiamo fatto un ulteriore passo verso una città di tutti, una città di ciascuno. In perfetta coerenza con l’articolo 2 della legge regionale 07/2017 guardiamo al recupero e alla riqualificazione del contesto urbano, nonché degli “ambiti” con il fine di perseguire il miglioramento delle condizioni abitative, sociali, economiche, ambientali, culturali, paesaggistiche».

«Tali interventi – ha detto ancora il consigliere – mireranno a limitare il consumo di territorio salvaguardando il paesaggio e l’ambiente. La sostenibilità è, quindi, l’aspetto più rilevante della rigenerazione urbana. Essa verrà attuata attraverso demolizioni, ricostruzioni e rifunzionalizzazioni del tessuto edilizio preesistente. A questi sono affiancati specifici interventi di efficientamento energetico e di miglioramento sismico del patrimonio edilizio esistente. Il mio caloroso ringraziamento per il bel traguardo raggiunto va a tutti noi. In primis però al Sindaco, per aver egli creduto fortemente in questo obiettivo, e a tutta la commissione urbanistica. In particolare a Riccardo Consales ed all’arch. Federico Pisani per essersi prodigati alacremente nella redazione degli elaborati grafici e nella stesura delle varie delibere”.

Un risultato importante

Il sindaco, Enzo Salera, sottolinea la responsabilità e la competenza con le quali è stata affrontata la problematica. Dà atto a quegli esponenti dell’opposizione che hanno offerto un prezioso contributo di idee per la migliore definizione della proposta adottata con un voto unanime. «E’ un risultato importante per la nostra città», ha detto.

Rispondi