Sicurezza, Ranaldi (Lega): «Il silenzio del sindaco è inaccettabile»

«Continua ad essere inaccettabile il silenzio da parte del sindaco Enzo Salera riguardo quanto accade ogni fine settimana nel centro di Cassino e nelle vie circostanti dove, piccoli gruppi di teppistelli, terrorizzano e aggrediscono coetanei e insultano anziani ed adulti». Lo afferma il coordinatore cittadino della Lega, Alessio Ranaldi in una nota sulla sicurezza nella città martire.

Slider

Sicurezza e telecamere

«Nonostante i gravissimi fatti accaduti lo scorso mese – ha detto ancora l’esponente del Carroccio – che solo per un caso non sono sfociati in tragedia, a tutt’oggi non sembra essere stato preso alcun provvedimento che possa tutelare i cittadini. Vanno installate telecamere anche nelle parti più isolate di piazza Labriola, sul retro del teatro Manzoni e alle spalle di Corso della Repubblica. Tra via Tasso e via Del Carmine. Qui dal venerdì alla domenica oltre che ad un evidente spaccio di droga, come più volte segnalato dai residenti, si consumano danneggiamenti alle auto, ai portoni, ai citofoni. E come accaduto qualche sera fa, chi prova a ribellarsi viene preso di mira offeso e ingiuriato».

Paura e rabbia: la piaga del disagio minorile

«La piaga del disagio minorile – conclude Ranaldinon deve restare aperta ma deve essere curata con interventi incisivi e terapie d’urto. Le forze dell’ordine fanno la loro parte. Ma il Comune deve essere di grande supporto. Stiamo uscendo finalmente da un periodo di grande difficoltà. Di paura, di rabbia repressa che ha visto penalizzati soprattutto gli adolescenti. I quali non avendo la concezione del pericolo e della misura, sono come ‘bombe ad orologeria’ per se stessi e per il prossimo».

Una tematica sentita da tutti i cittadini, quella della sicurezza, che deve, visto i recenti fatti, tornare ad essere in cima all’agenda politico-amministrativa delle istituzioni. E’ quello che si augurano tutti. Non soltanto la politica ed i suoi rappresentanti.

Rispondi